Olint - 22 jul 2013 - 12:39

Fattori chiave

Printer-friendly versionSend to friendPDF version
  • Varietà

La scelta della varietà costituisce uno degli aspetti fondamentali per ottenere un risultato ottimale. Attualmente esistono tre varietà a basso vigore che rappresentano la base di queste piantagioni: L’”Arbequina” selezione Agromillora, l’“Arbosana” i-43 e la “Koroneiki” i-38. Il numero delle varietà adattate al sistema superintensivo è ancora basso, ma nei prossimi anni si prevede la disponibilità di nuovi materiali genetici provenienti dal programa di miglioramento del dipartimento di R&S di Agromillora e dei programmi in accordo con l’Università di Cordova e con altre istituzioni.

Varietà di Sistema Superintensivo

  • Raccolta meccanicazzata

Per la raccolta si possono usare le stesse macchine scavallatrici impiegate nella vendemmia, e queste quindi possono essere facilmente disponibili nel successivo periodo di raccolta delle olive. Le macchine non devono essere modificate e sono in grado di raccogliere il 98% dei frutti provocando dei danni irrilevanti al frutto e all’albero. La capacità di raccolta può raggiungere le 2 ore/ha ed i costi dell’intera operazione oscillano tra i 0,03-0,06 €/kg. Questo importante fattore permette di trasformare l’immagine iniziale di un sistema proprio ed esclusivo delle grandi proprietà o dei grandi investitori, ed è in grado di proporre la coltivazione superintensiva come un’interessante alternativa anche per l’olivicoltore tradizionale. Il sistema superintensivo richiede dei terreni con una pendenza del suolo non superiore al 20% per agevolare il movimento della macchina raccoglitrice.

  • Qualità genetica e sanitaria del materiale vegatale

Per la produzione delle piante, Olint impiega del materiale vegetale proveniente dalle proprie piantagioni di piante madri che prendono origine da materiale iniziale proprio e controllato a livello genetico e sanitario. La grande disponibilità di serre moderne ed efficienti in grado di assicurare una gestione delle piante in condizioni ideali. La realizzazione di controlli fitosanitari accurati e periodici insieme al sistema di tracciabilità applicato durante tutto il processo di produzione, sono la garanzia della qualità delle piante Olint.

 

  • Piantaggione meccanizzata

Le piantagioni possono essere realizzate con macchinari che operano su una o due file, allineate con il laser, ai quali è possibile associare direttamente anche un trattamento con un erbicida di pre-emergenza. In questo modo la capacità operativa nella fase di messa a dimora della piantagione per un gruppo di 5 persone è di ca. 7.000-9.000 piante/giorno.

  • Potatura meccanizzata

Il sistema superintensivo, permette di meccanizzare anche la potatura a un elevato livello contribuendo in questo modo a ridurre ulteriormente i costi di coltivazione. In estate e annualmente si realizza il topping (cimatura della parte superiore della pianta) a un’altezza di 2,5 m, così come il taglio delle fronde basse e pendenti per mantenere libero il tronco fino ad un’altezza di 60 cm. Queste due operazioni di potatura sono molto importanti per controllare la vegetazione e per ottimizzare la raccolta con la vendemmiatrice.