1997. FRANCIA, PRIMA ESPERIENZA INTERNAZIONALE

Printer-friendly versionSend to friendPDF version

Un gruppo di produttori frutticoltori francesi della Provence guidati da Jean Michel Borgeaud, decisero di adottare questa tecnologia. Il nostro paese confinante è la zona del mondo in cui è possibile commercializzare l’olio d’oliva con i prezzi più alti sia sul mercato dello sfuso, che in quello dell’imbottigliato. Questi prezzi per i prodotti sfusi possono oscillare intorno ai 9 €/kg di olio, se provvisti della garanzia che l’olio è stato prodotto nella regione. Nel 1997, questo gruppo iniziò a piantare i primi ettari di oliveti superintensivi. Attualmente, dopo aver superato le critiche feroci dei produttori locali, si sono costituiti in un’associazione nota con il nome di Unión Oleicole de Provence con più di 250 ha già piantati. Nonostante l'evidente successo agronomico ed economico, questo tipo di piantagioni, fuori della UOP, si sono sviluppate in un modo piuttosto timido soprattutto a causa delle reticenze ancora esistenti sull'uso di varietà forestiere.